Governatore: lettera del mese di gennaio

Caro Amico,
“Ti scrivo, così mi rilasso un po’ “… l’attacco di una nota canzone di Lucio Dalla ben si addice al mio attuale stato d’animo, e mi sembra adatto alla lettera del mese di Gennaio, che inaugura il secondo semestre del mio incarico da Governatore.
  Con alle spalle le festività natalizie, che spero siano trascorse per Te nel migliore dei modi, e tralasciando qualche improvvida iniziativa, di cui avrò modo di occuparmi in separata e opportuna sede, voglio ribadire un concetto espresso nella mia prima lettera: il tempo vola.  Rituffiamoci, perciò, nella nostra vita rotariana che deve riprendere con pieno vigore.
  Ci troviamo nel mese dedicato alla Azione Professionale, concetto forse ultimamente un po’ dimenticato. Vediamo perciò di dedicargli qualche riflessione. Iniziamo con il dire che ciò che contraddistingue il rotaryano non è tanto, o solo, l’essere un leader, ma è anche come esercita tale leadership.
  Il rotaryano ha delle responsabilità, dei principi etici cui deve ispirarsi nell’esercizio della propria attività. Quali sono? Nel corso degli oltre cento anni di vita della nostra associazione sono stati approntati degli strumenti, delle vere e proprie bussole, per guidarci verso una condotta eticamente corretta. Mi sto riferendo alla cosiddetta Prova Delle Quattro Domande e al Codice Deontologico Del Rotary.
In merito alla prima, adottata dal Rotary International nel 1934, è necessario che il comportamento del rotaryano risponda positivamente a 4 domande. “Ciò che penso, dico o faccio: 1. Risponde a VERITÀ? 2. È GIUSTO per tutti gli interessati? 3. Promuoverà BUONA VOLONTÀ e MIGLIORI RAPPORTI D’AMICIZIA? 4. Sarà VANTAGGIOSO per tutti gli interessati?”.
Più in generale esiste, anche se alcuni sembrano essersene dimenticati, un vero e proprio CODICE DEONTOLOGICO DEL ROTARY, che impone al rotaryano di 1.Agire con integrità e secondo i più elevati standard etici, sia nella sua vita personale che professionale. 2. Applicare i principi di correttezza in tutti i rapporti con gli altri e trattare le persone e l’occupazione da loro svolta con il dovuto rispetto. 3. Mettere le proprie competenze professionali a disposizione dei giovani, assistere le persone particolarmente bisognose e migliorare la qualità della vita nella mia comunità e nel mondo. 4. Evitare comportamenti che possono recare danno o discredito nei confronti del Rotary o dei colleghi Rotariani.
  Mossi da tali principi ispiratori, come leader nelle nostre professioni dobbiamo quindi essere di esempio tra i nostri colleghi e nella nostra comunità, svolgendo il nostro lavoro con integrità, ispirando gli altri a comportarsi in modo etico nelle parole e nei fatti, con trasparenza e rettitudine.
   L’azione professionale è l’essenza del Rotary e serve da base per servire le comunità di tutto il mondo.
  A tal proposito ricordo che si è sempre rotaryani: non possiamo esserlo solo ai meeting, alle convention, durante i seminari o all’interno del nostro club, se poi nella vita di tutti i giorni il nostro modo di agire è diverso, cioè non è autenticamente rotaryano.
   Tanto per intenderci: non possiamo predicare bene e razzolare male!
Per essere autentici rotaryani non basta mettersi la spilletta, avere un titolo di studio elevato, se poi agli sbandierati ideali non facciamo seguire dei comportamenti conseguenti. A differenza dei supereroi dei fumetti, che spesso hanno una doppia identità, una per il pubblico ed una per il privato, il rotariano ne ha una sola e deve essere sempre quella, chiara e trasparente. 
  In definitiva, per mutuare la frase di un celebre film, “non è tanto chi sei, quanto quello che fai che ti qualifica”.
Veniamo ora alle iniziative che ci giungono dai club:
3 gennaio, RC PESCARA NORD, “Befana rotariana”, consegna doni ai bambini nella casa della Cooperativa La Rosa di Spoltore (Pe) e di attrezzature e materiali di consumo per la gestione della casa;
6 gennaio, RC VESTINI PENNE LORETO; la Befana presso una casa-famiglia di Loreto Aprutino, portando regali ai bambini/ragazzi e generi alimentari ai genitori.
6 gennaio, RC MACERATA, ore 16.00, Casa di Riposo “Villa Cozza”, visita agli Anziani residenti alla struttura con raccolta fondi;
14 gennaio, RC SAN BENEDETTO, conviviale con Presentazione del libro “Croci dipinte su tavola, capolavori d’arte e di spiritualità, dal XIII al XVII secolo”, realizzato da Giovanni Venturi, Past President RC Ancona Conero.
14 gennaio, RC TOLENTINO, teatro di Treia, Incontro con Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria.
16 gennaio, RC PESCARA, conviviale con relazione del Prof. Pino Mauro, “L’evoluzione economica dell’Abruzzo” Nel corso della serata verrà rievocata la figura del Socio fondatore e Past President dr. Bruno Paolo Amicarelli.
18 gennaio, RC PESCARA NORD, ore 18, “Aperitivi rotariani”, Presentazione del libro “I falsari. Come l’Unione Europea è diventato il nemico perfetto per la politica italiana”. Marco Panara ne parla con l’autore David Parenzo;
23 gennaio, RC SAN BENEDETTO DEL TRONTO, Seconda Edizione Del “Premio Cappetti”, premiazione studente meritevole sotto il profilo scolastico, distintosi anche per le sue doti umanitarie.
24 gennaio, RC FERMO, Invecchiare In Salute Quali Percorsi, Roma, Palazzo Giustiniani, 14-19 interclub con RC ASCOLI PICENO, Roma Capitale e altri, locandina
24 gennaio, RC TERAMO EST, evento “Sicurezza che spettacolo”, Teatro Comunale ore 20.30, locandina  
24 gennaio, RC AVEZZANO, Evento con Relatore: “L’infanzia come dovrebbe essere” – Dott.ssa Maria Grazia Andriani  – Chirurgo Pediatrico e Presidente Fondazione ADA Manes
25 gennaio, RC ASSISI, Dedo e Jeanne, ore 18, presso Auditorium Santa Chiarella, con Sara Armentano. Celebrazione 150 anni Libreria Zuccoli, locandina;
27 gennaio, RC MACERATA, ore 20.00, assegnazione Premio Marchesini, assegnato a chi si è meritevolmente distinto nella loro attività professionale e/o pubblica con irreprensibile moralità ed onestà;
28 gennaio, RC ALTAVALLESINA-GROTTEFRASASSI, Genga ore 20.30, conviviale con evento, LA MOTIVAZIONE: La molla che ci spinge all’azione, a cura di Enrico Maria Renier, locandina
3 febbraio, RC PESCARA NORD, ore 12,30,“Maialata rotariana”, pranzo di raccolta fondi a base di carne suina per il service pluriennale dedicato al progetto di adozione di 3 bambini in Togo.
  Entro la fine del mese vi ricordo di dare le vostre adesioni per “Il Rotary e i Viaggi della Musica”, con il viaggio a Salisburgo del 19-21 giugno 2020. Trovate tutte le indicazioni in locandina.
  E’ uscito il numero monografico, Appunti dal distretto, 6 mesi di attività del distretto 2090:  lo potrete consultare a questo link. Le copie cartacee, già in parte consegnate nel corso del pranzo degli auguri ai Presidenti di club presenti, saranno comunque disponibili ai prossimi seminari distrettuali. 
   Segnalo che Giovanni Venturi (RC Ancona Conero) è stato designato presidente per Zona 12 dei CIP (Comitati Inter Paese) Italia – Federazione Russa. A lui potrete rivolgerVi per iniziative che coinvolgano tale realtà.
 Il 26 gennaio, infine, è in programma il seminario LEADERSHIP E AZIONE ROTARIANA, che concluderà il ciclo formativo iniziato a settembre, con un approfondimento sul tema della Leadership attraverso l’Azione, motore propulsore di noi rotariani.
Un caro saluto.
Basilio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *