Lettera del Governatore. Giugno

      Nessun commento su Lettera del Governatore. Giugno
Carissimi,
eccoci a giugno, finalmente o purtroppo, lascio a voi la scelta dell’avverbio che reputate più opportuno per completare questa frase! Anche questo anno rotaryano si avvia alla conclusione – con un po’ di mestizia si dirà – ma penso che sia stata una annata sicuramente ‘indimenticabile’.
Vi posso confermare che una certa inevitabile stanchezza – quella certamente – si fa sentire, anche perché di sicuro non possiamo dire di esserci risparmiati!
La risposta del Rotary alla fase emergenziale è stata eccezionale, come eccezionali siete stati tutti voi. Mi sembra che abbiamo colto appieno il senso del motto di questo anno, e ‘paradossalmente’ l’isolamento forzato, al quale siamo stati costretti, ci ha indicato nuove strade che abbiamo saputo percorrere.
È proprio vero: dietro ogni crisi si nascondono delle opportunità. In ciò siamo stati dei veri leaders riuscendo a sfruttare, non senza qualche iniziale difficoltà, le possibilità che le nuove tecnologie ci hanno messo a disposizione per portare a termine quasi tutti i nostri impegni.
Chi si ferma è perduto, diceva qualcuno: di certo il Rotary non si è mai fermato ma si è ‘adattato’, dando un senso forse ancora più pieno al motto dell’anno per il quale ‘il Rotary connette il mondo’.
Giugno è il mese dei circoli rotariani, altrimenti noti come fellowship: un ambito che forse non trova ancora tutto lo spazio e la diffusione che meriterebbe. Sicuramente sono una esperienza da perseguire con maggiore impegno, perché costituiscono un ulteriore tassello per cementare i rapporti non solo tra i rotariani ma anche tra i loro familiari che spesso, purtroppo, vengono un po’ estromessi dalla nostra esperienza associativa finendo per diventarne ‘involontari’ antagonisti. Non è un caso se il presidente Maloney abbia puntato molto in questo suo anno sulle famiglie dei rotariani e su di un loro maggiore coinvolgimento anche nelle dinamiche di club. A proposito di club, voglio salutare i tre nuovi nati del nsotro distretto: Lanciano – Costa dei Trabocchi, Roseto Hatriaticum Piceno, e Montone Fortebraccio a cui vanno i migliori auguri per un futuro che sia carico di soddisfazioni.
In questa mia lettera non mi resta da dirvi molto altro, se non che confidiamo di esserci lasciati, dal punto di vista epidemiologico, il peggio alle spalle, anche se la prudenza non è mai troppa.
Mi trovo pienamente d’accordo con la decisione del Presidente internazionale incoming Knack che per tutto il 2020 ha reso facoltativi gli incontri fisici per la nostra associazione. Come qualche mese fa non ero tra i catastrofisti, oggi non mi ritrovo tra i ‘negazionisti/revisionisti’: credo che ancora per qualche tempo sia opportuno osservare la necessaria prudenza nelle riunioni, che potranno ancora utilmente essere tenute usando lo strumento telematico.
Queste considerazioni mi portano a ricordarvi gli appuntamenti istituzionali, tutti telematici, di questo mese e che sono: il Congresso Internazionale che si terrà on line dal 20 al 26 giugno (apertura alle ore 15, ora italiana, del giorno 20), la Assemblea Distrettuale del 21, ed il mio Congresso Distrettuale il 28, dalle ore 9.30.
Abbiamo in programma una serie di incontri distrettuali online nelle date che sono indicate nella allegata locandina. In particolare l’8 Giugno, ore 21, su piattaforma digitale il giornalista Lucio Valentini intervisterà il Dott. Massimo Clemente, dell’Università San Raffaele di Milano, e il Dott. Luca Butini, immunologo dell’Ospedale Regionale di Ancona sull’emergenza Covid – 19, evoluzione del virus, fattori di rischio, tempi di osservazione, fase 2, tamponi, terapia plasma; mentre il 15 giugno, allo stesso orario, il giornalista Paolo Mastri intervisterà il Dott. Carlo Cottarelli su emergenza Covid – 19 ed evoluzione dell’economia mondiale e fattori di rischio per l’economia italiana.
È inutile dire che la fine dell’anno porta con se l’inevitabile bilancio complessivo della stagione che, per quanto mi riguarda, farò in ambito congressuale lasciando a quella sede anche i saluti e i ringraziamenti.
Ai Presidenti e a tutti i Direttivi uscenti raccomando uno sforzo ulteriore per gli ultimi adempimenti, per verificare il raggiungimento degli obbiettivi a suo tempo individuati e chiudere l’anno nel migliore dei modi.
Un abbraccio a  tutti.
Basilio
                              

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *